Troccoli alle melanzane con tapenade di olive e pomodorini

Ingredients for 4 people

  • 400 g di troccoli freschi
  • 1 melanzana media
  • 40 pomodori datterini
  • 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
  • 80 g di olive leccine sottolio De Carlo
  • 10 pomodorini sun kissed
  • 2 acciughe sottolio
  • ½ cucchiaio di prezzemolo
  • ½ spicchio di aglio
  • 200 g di stracciatella a temperatura ambiente
  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva Il Classico De Carlo
  • 300 ml di olio di semi di arachid
  • Sale e pepe quanto basta

Tecnica di cottura

bollitura e mantecatura in padella

Tecnica di cottura

30 minuti

Method

Sorry, this entry is only available in Italian. For the sake of viewer convenience, the content is shown below in the alternative language. You may click the link to switch the active language.

 

Atmosfera / mood

I troccoli. Questo formato di pasta fresca mi riporta alla mente mia nonna materna e le domeniche a casa sua profumate in inverno di ragù e in estate di salsa con le melanzane e basilico. Riti, tradizioni, abitudini che si ripetevano di domenica in domenica con un ritmo e una lentezza che oggi mi rendo conto sapevano di tranquillità. Ricordi di una infanzia felice e lontana, passata ad inglobare inconsapevolmente profumi e tradizioni. In questi giorni ho voluto riassaporare quei momenti portando a tavola questa pasta che tanto racconta della mia famiglia, contaminandola però, come nel mio stile, con la preparazione di una tapenade alla provenzale.

Come lo cucino:

Prepara la tapenade: trita le olive leccine sottolio ben sgocciolate insieme ai pomodori sun kissed e alle acciughe. Raccogli tutto in una ciotolina, unisci un paio di cucchiai di olio di oliva Il Classico De Carlo, il prezzemolo tritato e lascia insaporire. Nel frattempo scotta i pomodori in acqua bollente per una decina di secondi, quindi privali della pellicina e tagliali a dadini. Scalda un filo di olio in un tegame insieme a mezzo spicchio di aglio. Appena l’olio sarà profumato, elimina l’aglio e unisci i pomodori e un pizzico di sale. Quando i pomodori cominceranno a sfaldarsi aggiungi il concentrato di pomodoro e lascia sobbollire per 5 minuti, versando se necessario poca acqua. Regola di sale. Sciacqua la melanzana, spuntala e taglia una decina di fette a rondelle abbastanza sottili. Il resto della melanzana tagliala a cubetti. Scalda bene l’olio di semi di arachidi e friggi le melanzane. Scolale su carta assorbente e regola di sale. Le melanzane a cubetti aggiungile al sugo di pomodoro e fai insaporire per un paio di minuti. Quelle a fette le terrai da parte per la finitura del piatto. Nel frattempo cuoci la pasta in abbondante acqua salata, scolala al dente e rovesciala nella padella con il condimento. Manteca la pasta con il sugo, aggiungendo se necessario poca acqua di cottura per portarla alla cottura finale, e quasi in ultimo unisci la tapenade. Lascia insaporire per un minuto. A fuoco spento aggiungi la stracciatella tagliuzzata e le melanzane a fette; mescola ancora senza amalgamare del tutto la stracciatella e servi.

Curiosità/Tips:

I troccoli sono un particolare formato di pasta fresca tradizionale pugliese, lucana e abruzzese realizzata con un antico strumento da cucina da cui prendono il nome: “il troccoltaturo”, una sorta di mattarello munito di lame circolari inizialmente in ferro ed ora più comunemente in legno. I troccoli sono simili agli spaghetti ma più spessi e ruvidi con una forma che è una via di mezzo tra il tondo e il quadrato. Se non ti è possibile preparare questo formato di pasta fresca puoi sostituirlo con uno spaghettone trafilato al bronzo o con dei bigoli freschi.

Mancinità (a cura di cucina mancina)

No crostacei, no soia, no uova

Eleonora Corvasce


Troccoli alle melanzane con tapenade di olive e pomodorini

Sorry, this entry is only available in Italian. For the sake of viewer convenience, the content is shown below in the alternative language. You may click the link to switch the active language.

Maestra di cucina, food photographer e redattrice per Cucina Mancina. Sono pugliese ed esprimo ogni giorno nel mio lavoro questa appartenenza, trasmettendo e rivisitando la tradizione della mia regione a tavola. Dicono di me che traspiri passione e che il mio entusiasmo sia contagioso. Il mio tocco è fresco, educato e allegro. Penso che sia questo l'unico modo di diffondere la magia della cucina, perché il cibo è il frutto della nostra identità e uno strumento per comunicarla. VISITA IL SUO PROFILO SU CUCINA MANCINA
BACK TO THE CHEFS

Privacy Preference Center

Essential technical and analytical anonymous cookies

This site uses technical cookies necessary for the proper functioning of its services. These cookies are not refusable as they constitute an integrated and fundamental element of the product itself. This site also uses the following anonymous analytical cookies necessary for the production of aggregate traffic statistics.

Technical cookies, profiling cookies, third-party cookies
_ga: Analytical provider Technological platform provider that allows data aggregation, analysis and reporting to evaluate marketing effectiveness.
Determines the visitor's preferred language. Allows the website to set the preferred language when the visitor returns.
Used to send data to Google Analytics about the device and behavior User. It keeps track of the user on marketing devices and channels. _gat: Used by Google Analytics to limit the frequency of requests _gid: Register a unique ID used to generate statistical data on how the visitor uses the website.