INSALATA DI PRIMAVERA

Ingredienti per 4 persone

  • 20 asparagi
  • 200 g di piselli sgranati
  • 4 uova
  • 4 fette di pane casereccio
  • 4 cucchiai di olio extravergine di oliva Peranzana De Carlo
  • q.b. crema di cuor di carciofini De Carlo
  • 1 tazzina di aceto di vino bianco
  • 1 cipolla
  • 1 pizzico di sale

Tecnica di cottura

bollitura

Tempo di preparazione

40 minuti

Procedimento

Taglia la parte coriacea degli asparagi e lavali. Metti a bollire dell'acqua acidulata con aceto in un pentolino. Facci cuocere gli asparagi finché non risulteranno abbastanza teneri. Fai saltare i piselli in padella con un filo d'olio extravergine di oliva Peranzana De Carlo e poca cipolla tagliata sottile. Lasciali abbastanza croccanti. Metti le uova in un pentolino. Coprile con acqua fredda e falle cuocere 8 minuti dal momento in cui parte il bollore. Lasciale raffreddare sotto il getto dell'acqua fredda, sgusciale e tagliale a fettine. Fai dorare le fette di pane in una padella unta di olio. Ora componi l'insalata: in una ciotola mescola piselli e asparagi, ungendo d'olio e salando se necessario. Disponi le fette di pane dorato sulla base del piatto, coprile con piselli a asparagi, guarnisci con le fette di uova e qualche ciuffetto di crema di carciofini. Servi in tavola.

Curiosità

Se dovessi essere intollerante alle uova o volessi semplicemente sperimentare un'insalata differente, sostituisci le uova con delle seppie appena scottate e scoprirai come si abbinano deliziosamente ai piselli e agli asparagi.

Mancinità

Vegetariano, no lattosio, poco sodio, no pesce, no guscio, più fibre, più proteine veg, no soia.

QUADROTTI DI FOCACCIA ALLE CIME DI RAPA

Ingredienti per 4 persone

  • 250 g di semola rimacinata di grano duro
  • 4 g di lievito di birra fresco
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva "Il Classico" De Carlo
  • 190 g di cime di rape sott'olio De Carlo
  • 180 g di acqua
  • 80 g di pomodori secchi sott'olio De Carlo

Tecnica di cottura

forno

Tempo di preparazione

1 ora

Procedimento

Su di una spianatoia, disponi la semola di grano duro a fontana e forma un buco al centro. Versaci un cucchiaio di olio extravergine d'oliva e il lievito di birra sciolto in poca acqua tiepida. Inizia a mescolare, incorporando la semola ai liquidi. Aggiungi un cucchiaino di sale e versa acqua a filo, continuando a impastare fino ad ottenere un panetto sodo e liscio.  Lascialo lievitare in un luogo tiepido finché non avrà raddoppiato il suo volume. Prendi il panetto lievitato e stendilo in un rettangolo sottile. Disponi due terzi delle rape sott'olio e qualche pomodorino secco su metà dell'impasto e copri con il lembo rimasto vuoto. Schiaccia bene con le dita, copri con le restanti rape e altri pomodorini. Copri nuovamente formando un quadrato. Schiaccia bene con le dita, disponi su di una teglia da forno quadrata da 20 x 20 cm e lascia riposare ancora mezz'ora. Decora con dei pomodori secchi, ungi con dell'olio e cuoci in forno già caldo a 200 °C fino a che la focaccia non risulterà ben dorata e croccante.

Curiosità

L’aggiunta delle rape contribuisce ad aumentare l’apporto di fibre, utili per il benessere intestinale.

Mancinità

No crostacei, no guscio, no lattosio, no pesce, no soia, no uova, vegano, vegetariano, più fibre.

Emanuela Bleve


Quadrotti di focaccia alle rape

Per metà pugliese e per metà lucana, ho sviluppato la mia passione per la cucina guardando le mie nonne. La cucina che prediligo è quella tradizionale ma amo tutte le sue innumerevoli sfaccettature. Curiosa alimentare e zero spreco come ho imparato a fare in famiglia!

VISITA IL SUO PROFILO SU CUCINA MANCINA

TORNA ALLE BLOGGER

Preferenze sulla privacy

Cookie tecnici essenziali e analitici anonimi

Questo sito fa uso di cookie tecnici necessari al corretto funzionamento dei propri servizi. Tali cookie non sono rifiutabili poichè costituiscono un elemento integrato e fondamentale del prodotto stesso. Questo sito fa inoltre uso dei seguenti cookie analitici anonimi necessari per la produzione delle statistiche aggregate sul traffico.

Cookie tecnici, Cookie di profilazione, Cookie di terze parti
_ga: Provider analitico Provider della piattaforma tecnologica che consente l'aggregazione dei dati, l'analisi e la creazione del rapporto per valutare l'efficacia di marketing.
Determina la lingua preferita del visitatore. Consente al sito web di impostare la lingua preferita al rientro del visitatore.
Collect: Utilizzato per inviare dati a Google Analytics in merito al dispositivo e al comportamento dell'utente. Tiene traccia dell'utente su dispositivi e canali di marketing. _gat: Utilizzato da Google Analytics per limitare la frequenza delle richieste _gid: Registra un ID univoco utilizzato per generare dati statistici su come il visitatore utilizza il sito internet.